sabato 28 gennaio 2017

Bundt cake alle mele e nocciole con glassa allo sciroppo d'acero


Seconda torta dell'anno!
Dopo l'elaborata e squisita Mocaccina di Ernst Knam realizzata per salutare le feste di Natale, sentivo il bisogno di tornare alle origini, alla mia semplicità che profuma di casa.
In realtà dopo un esame particolarmente noioso e difficile, due settimane di studio intenso in vista di un altro tour de force a brevissimo in cui dovrò dare il meglio di me anche se sono abbastanza demotivata e stanca, e un forno che rischiava di abbandonnarci dopo venticinque anni di duro lavoro 
-ma che grazie alle mani magiche di papà è tornato operativo- 
avevo bisogno di tornare a sporcarmi le mani di farina.


Sentivo proprio l'esigenza di immergermi nei profumi genuini di un dolce fatto in casa, di perdermi tra le note della musica di sottofondo, di staccare  dal turbinio di pensieri che si aggrovigliano nella testa, e dedicare un po' di tempo a me stessa e ad almeno una delle cose che amo fare.
Allora ho pensato alla torta più semplice che mi è venuta in mente: ma non semplice da realizzare, ma semplicemente semplice; semplice dentro.

Avrei voluto prepararla per il compleanno della mamma visto che è il suo dolce preferito, ma papà mi ha anticipato con la sua torta di pane di cui non vuole svelare la ricetta.
Con una torta altrettanto semplice preparata da uno chef che proprio con i dolci non è pratico, ma ha voluto stupirla con questo gesto, non ci sarebbe stata gara: l'ingrediente segreto di papà, l'amore di un marito che cerca di sorprendere con gesti così semplici (e per fortuna rari 😆) la propria moglie, non si trova in qualsiasi torta, è anche quella meno riuscita diventa un capolavoro.
  

Però, una volta spazzolata la torta di pane, qualcuno dovrà pur preparare le merende della settimana e fornire energie a colazione!
Quindi, sentendomi chiamata in causa e non trovando miglior occasione di questa per tornare in cucina, ho iniziato a sbucciare le mele e a tagliarle a fettine sottili, a mescolare burro e zucchero, a spargere farina ovunque...e mi è venuta in mente la combinazione mele, nocciole e sciroppo d'acero.
Non lo avevo mai assaggiato, ma la mamma me ne ha regalato un boccettino alla Befana e motivo dalla voglia di provarlo.
Direi che si è rivelato un ottimo acquisto!
E ora scopriamo insieme come preparare questa torta!


Ingredienti 

Per l'impasto 
  • 125 g di burro 
  • 150 g di zucchero 
  • 2 uova
  • 50 g di farina di nocciole 
  • 50 g di farina integrale
  • 110 g di farina 00
  • Un cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • Un pizzico di noce moscata
  • Un pizzico di sale
  • 2 mele
  • Il succo di un mandarino 
  • 40 g di noci e nocciole
Per la glassa 
  • 30 g di burro
  • 60 g di zucchero a velo
  • 50 ml di sciroppo d'acero
Preparazione 

In una ciotola lavorate il  burro ammorbidito con lo zucchero aiutandovi con delle fruste fino a quando otterrete un composto piuttosto cremoso.
Aggiungete le uova, una per volta, e incorporatele alla perfezione continuando a lavorare il composto con delle fruste.
Aggiungete gradualmente le varie farine (io non avevo quella di nocciole quindi ne ho tritate finemente 50g), il lievito per dolci, il sale e le spezie che avrete precedentemente setacciato insieme.
Mescolate bene il tutto fino a rendere l'impasto omogeneo, quindi aggiungete anche le mele lavate, sbucciate, tagliate a pezzetti e irrorate con il succo di mandarino e la frutta secca tritata grossolanamente.
Imburrate e infarinate la tortiera, versate l'impasto e fate cuocere in forno già caldo a 180°C per 45 minuti coprendo la torta con un foglio di carta di alluminio per non far bruciare la superficie.
Lasciate raffreddare e nel frattempo preparate la glassa facendo sciogliere il burro con lo sciroppo d'acero a fuoco lento.
Mescolate bene e quando i due ingredienti si saranno amalgamati bene, spegnete il fuoco e unite lo zucchero a velo.
Mescolate, fate raffreddare e quando la glassa inizierà ad addensarsi versatela in modo omogeneo sulla ciambella.
Lasciatela raffreddare completamente e buon appetito!




2 commenti:

  1. deve essere proprio una deliiza,io amo le torte di mele,fantastica,grazie,felice domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola!! Anche io amo le torte di mele e mi piace sperimentare nuove versioni! Questa è proprio buona e qui è sparita in meno di ventiquattro ore!! :p se ti va provala e fammi sapere se ti è piaciuta! Buona domenica anche a te 😊

      Elimina