venerdì 4 novembre 2016

Crostata alle mele, frangipane e rosmarino di Ernst Knam


Sto camminando per le vie del mio paesello, sto andando a prendere il pane, quello caldo e appena sfornato, quello che profuma di semplicità, di mani forti che lavorano senza sosta e che impastano mettendoci passione e impegno. 
Si dai, quel pane a filoncino, che ricorda una baguette francese ma che è  semplicemente pane
Francese, italiano, inglese, tedesco, africano...non importa, sempre pane è,  ed è buono, è semplice, è profumo di casa.

Lo stringo forte al petto per scaldarmi.
Novembre è arrivato e con lui i primi freddi, la nebbia con cui faccio colazione la mattina e che mi accompagna a casa la sera, ma che a differenza di quanto può sembrare, ha il suo fascino: per qualcuno un pò sinistra, per altri, come me, molto romantica e natalizia direi.
È fredda ma scalda con le sue coltri dense, come una coperta di nuvole.


Cammino svelta sbocconcellando un pezzo di pane caldo e fragrante e intanto mi perdo nei miei pensieri, nelle mie fantasticherie.
Mi imbatto in una bancarella di frutta e verdura, un tripudio di colori e sapori autunnali e non posso non lasciarmi tentare da una cesta colma di meline, piccole, rosse e profumate.
Pane e mele, ora sono a posto. 
Posso tornare a casa.


Tanta semplicità però non può non essere celebrata da un dolce che ne è l'emblema.
Con tutte quelle mele, una torta é d'obbligo.

Però ho voglia di osare: e a volte osare è la chiave per ottenere le vittorie migliori; grandi o piccole ma pur sempre soddisfazioni.
Come questa torta del Maestro Knam: ero certa fosse sublime anche se il connubio tra mele e rosmarino mi lasciava un po' stranita e la crema frangipane non l'avevo mai provata.
Però avevo la sensazione che me ne sarei innamorata follemente, e così è stato.

In un semplice guscio di croccante e friabile pastafrolla è racchiusa la dolcezza dell'autunno: mandorle e mele si incontrano in un'esplosione di gusto, confortevole e caldo; e il rosmarino dà quel tocco particolare in più che si sente appena ma che dipinge sorrisi stupiti e compiaciuti dopo il primo boccone.


Ingredienti

Per la pasta frolla
  • 250 g di farina 00
  • 100 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo
  • Un pizzico di sale
  • Un cucchiaino di lievito per dolci
  • Una bustina di vanillina
Per la crema frangipane 
  • 100 g di farina di mandorle 
  • 100 g di burro (io ne ho usati 80 g)
  • 30 g di farina 00
  • 1 uovo
Per la copertura
  • 2 mele 
  • Qualche rametto di rosmarino
  • Gelatina neutra (facoltativa, io non l'ho usata)



Preparazione

Per la pasta frolla: Lavorate il burro morbido con lo zucchero, aggiungete l'uovo leggermente sbattuto, la farina, il sale, la vanillina e il lievito per dolci.
Impastate bene il tutto fino a quando non avrete ottenuto un panetto omogeneo (ma attenzione a non lavorare troppo la frolla perche altrimenti rischiate di non riuscire a stenderla dopo perché l'impasto sarà troppo friabile).
Lasciatela riposare in frigorifero per almeno 15 minuti (io ho esagerato...4 ore ma il risultato è stato comunque eccellente) coperta con della pellicola trasparente

Per la crema frangipane: lavorate con delle fruste il burro morbido con lo zucchero, aggiungete l'uovo leggermente sbattuto, quindi unite anche la farina e la farina di mandorle (o mandorle tritate finemente).
Mescolate bene il tutto e lasciate riposare in frigorifero fino a quando dovrete utilizzarla.

Ungete e infarinate uno stampo a cerniera di 24 cm di diametro. 
Stendete la pasta frolla ad uno spessore di 3-5 mm (ricordandovi di creare dei bordi piuttosto alti perché dovrete farcirla con la crema e le mele).
Bucherellate il fondo con una forchetta, regolate i bordi e farcite la frolla con il frangipane.
Cospargete la superficie con un cucchiaino di rosmarino lavato, asciugato e tritato finemente. 
Sbucciate le mele, tagliatele a spicchi sottili e disponetele sulla superficie della crostata.
Fate cuocere in forno già caldo a 180°C per  40 minuti e lasciate raffreddare completamente.
Decorate con qualche rametto di rosmarino...et voilà, il Maestro Knam è arrivato! 





 Mi scuso per le troppe foto,  ma mi piacevano troppo!


Nessun commento:

Posta un commento