sabato 18 giugno 2016

Torta di Mele, Mirtilli e Lamponi per Papà



Non sentite anche voi profumo di bosco?!
Da quando ho comprato mirtilli e lamponi al supermercato -oltre a un'irrefrenabile voglia di mangiarli tutti, uno per uno a partire dai lamponi- la cucina si è riempita di colore e dell'essenza del bosco e dei prati estivi.


Ma in questa torta mirtilli e lamponi non sono i soli protagonisti.
Le mele, sempre dolci, succose e squisite anche in questa stagione, sono sempre ben accette per una torta che è stata pensata per una persona che rappresenta casa, famiglia, sicurezza e certezza: ho voluto preparare questo dolce in occasione del compleanno del mio papà, la mia stella fissa☺


Una torta semplice, colorata, sofficissima e che sa di casa, proprio come lui.
Un dolce fatto di strati invisibili che si possono cogliere solo prestando molta attenzione e cura ai sapori e alle consistenze, ma che nell'insieme riempie il palato e si fa amare tanto da volerne sempre una fetta a portata di forchetta! :p
Insomma, la torta perfetta per papà  e per me, che sono così simile a lui😊.

La ricetta originale potete trovarla qui, sul magico blog "Fotogrammi di zucchero".


Ingredienti (per uno stampo di 20 cm)
  • 200 g di farina 00
  • 200 g di zucchero 
  • 125 g di burro
  • 2 uova
  • 3 mele
  • 125 g di lamponi 
  • 125 g di mirtilli
  • Scorza grattugiata di mezzo limone
  • Succo di limone q.b.
  • Un vasetto di yogurt alla vaniglia
  • Mezzo cucchiaino di bicarbonato
  • Una bustina di vanillina
Preparazione

Lavate e asciugate i lamponi e i mirtilli e metteteli da parte.
Sbucciate le mele e tagliatele a fettine sottili, riponetele in una ciotola e versateci sopra il succo di limone per evitare che anneriscano.
In una ciotola sbattete le uova e lo zucchero fino a quando non otterrete un composto chiaro e spumoso.
Aggiungete il burro fuso e mescolate.
Incorporate la scorza grattugiata di mezzo limone (lavato e asciugato), la farina setacciata e la vanillina, quindi mescolate il tutto.
Aggiungete il bicarbonato allo yogurt e mescolate: non appena lo yogurt si gonfierà versatelo nell'impasto e mescolate bene il tutto.
Versate qualche cucchiaiata di impasto sul fondo di una tortiera foderata con della carta da forno, coprite con le mele e con una manciata di mirtilli e lamponi. 
Versate altro impasto e coprite ancora con uno strato di mele e frutti di bosco; ultimate con l'impasto restante e con le mele, i mirtilli e i lamponi che vi sono rimasti.
Fate cuocere in forno già caldo a 180°C per 1 ora è infine lasciatela intiepidire.
Sarà una coccola per il palato 😊












lunedì 13 giugno 2016

Cheescake ai sapori nostrani


Finalmente le piogge torrenziali ci hanno abbandonato e le prime giornate d'estate iniziano a farsi sentire.
Il sole ancora tiepido che coccola e mette di buon umore, la sua luce luminosa che rende più brillante ogni colore e trasuda vita.
E poi non so, ma quel sole che non vuole tramontare per me fa estate: si vede che anche lui non ha voglia di addormentarsi quando vede quanta vita viene emanata dalla natura. 


Ogni estate sono solita trascorrere i weekend di luglio in montagna: le giornate  che preferisco sono quelle che trascorro immersa in prati verdeggianti, vestiti di fiori di campo colorati e farfalle di ogni genere che si posano di corolla in corolla.


Adoro il profumo del prato, dell'erba appena tagliata e del fieno fatto seccare.
Anche arrivare a fine giornata con i muscoli delle braccia indolenziti per il pomeriggio trascorso a rastrellare il prato scappando da potenziali punture di api e tafani è piacevole.


Soprattutto perché dopo tutta questa fatica, sedersi sul terrazzo e ascoltare la voce del silenzio della valle, spezzata solo dal vivace cinguettio degli uccelli e dallo scorrere placido del torrente, ha un effetto non solo rilassante ma - unito alla contemplazione del prato accarezzato dalla leggera brezza serale, alla pineta silenziosa che si staglia di fronte a casa, alle montagne imponenti che circondano tutta la valle e che chissà quante cose potrebbero raccontare se solo potessero parlare - permette di capire quanto immensa e potente sia la natura.
Madre amorevole e sconfinata potenza allo stesso tempo: è la sua sublimità,  che riempie l'anima e commuove ☺


Ed è con i suoi doni che noi ci sfamiamo e grazie ad essi che viviamo e gioiamo.
E a volte...li utilizziamo per creare squisite composizioni che allettano non solo il palato ma anche la vista! 😊
Come questa Cheesecake salata (la cui ricetta originale arriva dal bellissimo blog Chiarapassion) che unisce i sapori della nostra terra, i sapori italiani, in un tripudio di colori.
Parmigiano reggiano, ricotta, pancetta affumicata, basilico, pomodorini e insalatina dell'orto...questa Cheesecake è proprio uno scrigno di sapori nostrani che farà impazzire le vostre papille gustative!😀


Ingredienti

Per la base (stampo con diametro di 22 cm)
  • 100 g di taralli all'olio extravergine d'oliva
  • 100 g di crackers
  • 20 g di parmigiano grattugiato
  • 125 g di burro fuso 
  • Un filo d'olio extravergine d'oliva
Per il ripieno 
  • 400 g di ricotta 
  • 200 g di formaggio spalmabile tipo philadelphia
  • 80 g di parmigiano grattugiato 
  • 100 g di pancetta affumicata tagliata a cubetti (o speck)
  • 3 uova
  • 1 cucchiaio abbondante di maizena
  • Qualche foglia di basilico 
Per la decorazione
  • Pomodorini
  • Insalata verde (io ho usato rucola e soncino)
  • Scaglie di grana 
Preparazione

La base: 
Tritate i taralli e i crackers, unite il parmigiano grattugiato e il burro fuso.
Impastate bene con le mani fino a quando avrete ottenuto un composto sabbioso e facilmente lavorabile (nel caso aggiungete un filo d'olio d'oliva per compattare meglio l'impasto).
Foderate uno stampo a cerniera con della carta da forno e compattate bene l'impasto sui lati e sul fondo della tortiera in modo omogeneo.
Livellate bene e lasciate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Il riepieno: 
Fate rosolare la pancetta in una pentola antiaderente per qualche minuto e mettete da parte.
Mescolate la ricotta, il formaggio spalmabile, il parmigiano grattugiato, il sale, la maizena, le uova leggermente sbattute, la pancetta, il basilico (lavato, asciugato e tritato) e versate il ripieno sulla base che intanto avrete estratto dal frigorifero.
Livellate bene la superficie e fate cuocere in forno già caldo a 160°C per 1 ora.

Decorazione:
Lasciate raffreddare completamente il Cheesecake e decoratelo come più vi piace con l'insalata lavate e asciugata, i pomodorini e le scaglie di grana.

Consumatelo con un filo d'olio extravergine d'oliva e della glassa di aceto balsamico (e ricordate di conservarlo in frigorifero per non più di due giorni e senza insalata sulla superficie). 

Buonissimo 😀







domenica 12 giugno 2016

Torta salata con Ricotta e Spinaci



In questi ultimi giorni mamma é radiosa.
Ieri sono venute a pranzo una sua cugina che vede raramente e un'amica d'infanzia venuta da Roma che non vedeva da 25 anni.
Nonostante tutti questi anni o le rarissime occasioni che hanno per vedersi, sembrava che il tempo non fosse trascorso: l'entusiasmo e la gioia sui loro volti, le risate argentine, i racconti e i ricordi hanno riempito l'atmosfera ma anche questa "eternità" che hanno trascorso lontane durante la quale ognuna di loro si è costruita la propria vita e ora sono qui a raccontarsela, felici.

Si sono date appuntamento qui a Milano perché in questi giorni a San Siro si terrà il concerto dei Pooh  (l'ultimo sembra), e visto che il loro primo concerto insieme è stato proprio quello tenuto da questa famosa band italiana...quale occasione migliore per ritrovarsi?! 
Prima tappa: pranzo a casa nostra!😊


Ieri mattina alle 7 era già con le mani in pasta :p
Due focacce con pomodorini e olive erano appena state sfornate quando io sono tornata dalla palestra: una era la cena che si sarebbero gustate in attesa di "Piccola Ketty", l'altra per me, Silvia e papà😆.
Ma mica è finita qui!
Trofie al pesto, tomino alla piastra e bresaola su un letto di rucola, fragole con gelato per dessert...e Torta salata con ricotta e spinaci per aperitivo!
Buonissima!
La migliore che abbia fatto fino ad ora: semplice ma deliziosa😊.


Ingredienti  
  • Un rotolo di pasta sfoglia
  • Una busta di spinaci surgelati
  • 50 g di Parmigiano grattugiato
  • 100 g di ricotta
  • 2 uova
  • Sale q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Qualche fiocchetto di burro
  • 30 g di formaggio tipo groviera tagliato a dadini
Preparazione 

Cucinate gli spinaci ancora surgelati facendoli saltare in una padella con un po' di burro. 
Insaporite con il dado e la noce moscata e lasciate raffreddare.
Aggiungete le uova leggermente sbattute,  il parmigiano grattugiato, la ricotta e un pizzico di sale, mescolate e versate il ripieno della torta salata sopra la pasta sfoglia che avrete precedentemente disposto in una teglia foderata con della carta da forno. 
Livellate la superficie di spinaci e ricotta, cospargete la superficie con qualche fiocchetto di burro e i dadini di formaggio, quindi fate cuocere in forno già caldo a 180°C per 30 minuti.
Lasciate raffreddare e...gnam😊








  

lunedì 6 giugno 2016

Torta agli amaretti con pesche e albicocche


Sapori vellutati, morbidi, avvolgenti, dolci: quello che ci vuole per iniziare la settimana con il piede giusto!
Soprattutto se domani ho anche il primo esame della sessione estiva! 
Che ansia!!😥 Speriamo bene!
Questa torta è stato un diversivo proprio per evitare di toccare libri oggi... ma non ci sono riuscita! :p
Però almeno temporaneamente è servita a calmarmi! 😊


Nel preparare questo dolce ho pensato ai colori dell'estate ma anche alle piogge torrenziali che in questi ultimi giorni si sono abbattute su Milano facendoci precipitare in un'atmosfera tipicamente autunnale eccezion fatta per il clima afoso e umido.
Ho visto talmente tanta acqua che ormai ho le branchie! 
E per fortuna mi er venuta voglia di andare a nuoto prima del diluvio! 
La piscina ha raggiunto me prima che potessi tirare fuori la macchina dal box.


Visto che facendo un giro di perlustrazione nella credenza ho trovato un bel pacchetto di amarettini e guardando fuori dalla finestra si poteva salutare Noè sull'Arca, ho pensato a una torta morbida, soffice, da assaporare con una bella tazza di tè.
Però, come non cedere al dolce profumo delle albicocche, a quel loro arancione così carico, cosi intenso che evoca subito il sole cacciando via tutti quei densi nuvoloni neri che coprono i cieli azzurri di questi ultimi giorni di primavera!


Per le pesche purtroppo si deve aspettare ancora un pò, infatti ho dovuto rimediare con le pesche sciroppate che non sono solita consumare.
Ma non potevo fare una torta agli amaretti pseudo-estiva senza pesche! 
Quindi mi sono adeguata.😊 


A dire la verità all'inizio non sapevo bene quale torta fare: crostata con frolla agli amaretti farcita con crema pasticcera e pesche? 
No, richiede una preparazione troppo lunga e ahimè io non posso sottrarmi al tempo come Socrate vorrebbe che le anime filosofiche facessero per poter giungere alla contemplazione del Bene😌....scusate stavo ripassando un attimo 😜

Continuiamo con la torta...

Torta rovesciata alle pesche e amaretti?
Mmmm, no io volevo una torta con sopra un crumble o qualcosa di simile e le pesche caramellate in superficie non si sposano bene con il crumble di amaretti!
Allora...
Torta soffice dal sapore di amaretto... pesche e albicocche... un altro strato di impasto... un altro di frutta e...una spolverata di amaretti e farina di mandorle... forno e... a momenti la torta finiva ancora prima di fotografarla accanto alle mie nuove piantine: Verbena&Portulaca.😀


Ingredienti 
  • 3 uova
  • 200 g di zucchero di canna
  • 125 g di farina 00
  • 25 g di fecola di patate
  • 25 g di farina di mandorle
  • 120 g di burro + 1 cucchiaio di olio di semi
  • Una bustina di vanillina
  • Mezza bustina di lievito per dolci
  • Una lattina di pesche sciroppate
  • Qualche albicocca 
  • 120 g di amaretti tritati finemente
Per la copertura 
  • 40 g di amaretti tritati 
  • 20 g di mandorle tritate grossolanamente 
Preparazione

Lavate le albicocche e tagliatele a spicchi sottili.
Fate sgoccialare le pesche sciroppate e sciacquatele (altrimenti il sapore della torta sarà eccessivamente dolce); asciugatele,  tagliatele a spicchi, e riponetele da parte insieme alle albicocche.
In una ciotola lavorate lo zucchero con le uova fino a quando non otterrete un composto denso e cremoso.
Incorporate il burro fuso e un cucchiaio di olio di semi e mescolate bene.
Aggiungete la farina, la fecola, la farina di mandorle, il lievito per dolci, la vanillina e gli amaretti tritati.
Mescolate bene tutti gli ingredienti e versate metà dell'impasto in una tortiera (io ne ho scelta una di forma rettangolare di circa 23 cm) unta e infarinata.
Disponete un primo strato di frutta (infarinandola leggermente per evitare che durante la cottura affondi nell'impasto) e coprite  con la restante parte di impasto.
Decorate la superficie del dolce con la restante frutta e spolverate abbondantemente con un misto di amaretti e mandorle tritate.
Fate cuocere in forno già caldo a 180°C per 45 minuti.
Sfornate la vostra torta agli amaretti con pesche e albicocche, fatela raffreddare... e avventatevi sulla prima fetta prima che finisca! 😊