sabato 14 maggio 2016

Torta al limone e sciroppo di sambuco



Stasera mi rilasso finalmente! 
Sono dieci giorni ormai che studio quasi senza tregua. 
Platone, platonismi vari, interpretazioni di filosofi tedeschi che più scrivono e più ripetono le stesse cose già dette ma in modo sempre più difficile! 
I miei neuroni non ce la fanno più😨 mi sa che tra poco organizzeranno uno sciopero🙊


Per fortuna ho dovuto leggere anche  "Fedro" e "Simposio", almeno questa parte del programma d'esame è stata piacevole e scorrevole. :p
Mi piace perdermi nel pensiero dei filosofia antichi, lo trovo affascinante e per molti aspetti anche attuale. 
Certo, bisogna interpretare quello che si legge in funzione del nostro tempo anche se così si perde un po' il pensiero originario di Platone, ma trovo che
per alcuni temi, questi testi siano fortemente educativi anche nel XXI secolo.


Ma la mia passione resta la filosofia unita alla psicologia.
Visto che comunque questa full immersion nella filosofia greca antica mi ha abbastanza sfiancato, oggi pomeriggio, dopo aver ultimato un capitolo di analisi dettagliatissima del Simposio, dopo una bella faticata distraente in palestra e le ripetizioni al mio bambino preferito 😜, mi sono dedicata alla tesi sui disturbi del comportamento alimentare per il corso di Epistemologia delle scienze umane.


Unisce filosofia, psicologia e psicopatologia e rappresenta proprio quello che da molto tempo ormai, mi piacerebbe realizzare in un futuro molto prossimo (spero): vorrei conseguire una formazione filosofica e psicologica specializzata sul trattamento dei disturbi del comportamento alimentare in modo da potermi unire alle equipe di medici e psicologi che negli ospedali si occupano proprio di queste patologie. 
È forse un po' utopico come progetto, ma credo che sia molto utile dal punto di vista umano e terapeutico. 
Io intanto incrocio le dita e continuo a scrivere!! 😊


Ma cucino anche! Eccome se cucino!! 
Il cervello per funzionare bene ha bisogno di energie....allora io lo sfamo con questa torta molto primaverile che unisce il sapore  fresco e deciso del limone con la delicatezza dello sciroppo di fiori di sambuco; era da una sacco che volevo utilizzarlo in cucina in una versione diversa dalla solita tisana!!!😍
Cominciamo?


Ingredienti 
  • 230 g di farina 00
  • Un pizzico di sale
  • 150 g di zucchero semolato (o di canna)
  • 1/2 bustina di lievito per dolci 
  • 170 g di burro (oppure 140 g di burro + 20 g di olio di semi)
  • 70 ml di sciroppo di sambuco
  • 60 g di latte
  • Succo di 1/2 limone
  • 3 uova
  • Scorza grattugiata di mezzo limone
Per la glassa 
  • Succo filtrato di mezzo limone
  • 60 g di zucchero a velo
Preparazione

In una ciotola lavorate il burro tagliato a pezzetti con lo zucchero. Usate le fruste o le mani e continuate fino a quando non otterrete un composto piuttosto omogeneo e cremoso.
Aggiungete un uovo alla volta e incorporatelo al burro e allo zucchero.
Lavorate bene finché l'impasto risulterà cremoso, quindi aggiungete poco per volta la farina, il sale, il lievito, il latte, lo sciroppo di sambuco (eventualmente l'olio di semi), il succo e la buccia di un limone precedentemente lavato.
Mescolate  bene il tutto e versate l'impasto in una tortiera foderata con della carta da forno. 
Fate cuocere a 170°C in forno già caldo per 40 minuti e quando la torta sarà lasciate pronta lasciatela raffreddare completamente.
Preparate una glassa (non molto densa) con lo zucchero a velo e il succo di limone e spennellatela sulla superficie del dolce....et voilà, sentite che profumo!!








Nessun commento:

Posta un commento