mercoledì 24 febbraio 2016

Strudel salato alle cipolle e pinoli


C'era una volta una cipolla perennemente triste perché vedeva che ogni volta che qualcuno la prendeva in mano era colto da un apparente senso di malinconia e copiose lacrime scendevano lungo le guance di visi che avrebbero dovuto risplendere di sorrisi e colorarsi di gioia.
Un giorno, pensando di essere cattiva e antipatica decise di attraversare il regno di Cucinolandia per chiedere in giro se davvero fosse così malvagia.
Incontró uno spicchio d'aglio e uno scalogno che reputarono assurda quella domanda; il peperoncino le disse vivacemente che era un destino comune quello di essere allontanati da tutti -"ma almeno - disse superbamente - io sono solo perché tutti hanno paura di me! Tu perché non sei affatto piacevole...e poi fai piangere!"
Addolorata da quelle parole la cipolla si rintano' in un cantuccio della dispensa; non sapeva come fosse arrivata fino li, vedeva barattoli tutto attorno a sé e percepiva essenze e aromi di ogni tipo.
Alcuni pinoli vedendo la cipollina triste e mesta le si fecero attorno e chiamarono a raccolta anche...dei  mirtilli che, poverini erano un po' disidratati! 
Confortata dalla simpatia dei croccanti e dolci pinoli e rallegrata dal vivace colore dei mirtilli rossi, la cipolla si riprese, sorrise e finalmente, come per magia, prima si ritrovo' sospesa a mezz'aria insieme ai suoi nuovi amici e poi tutti furono avvolti dal morbido e caldo abbraccio della pasta sfoglia. 
Fu un'armonia di sapori: una fragranza appetitosa si sparse per la cucina e finalmente la cipolla riuscì a far comparire sul viso di grandi e piccini un largo e soddisfatto sorriso.


Ingredienti
  • Un rotolo di pasta sfoglia rotonda
  • Due cipolle 
  • 40 g di pinoli tostati
  • 20 g di mirtilli rossi disidratati 
  • Olio evo q.b.
  • 7-8 olive denocciolate (meglio se taggiasche)
  • Semi di sesamo q.b.
  • Sale q.b.
  • Un cucchiaino di zucchero
  • Aceto balsamico q.b.
  • 1 tuorlo d'uovo per spennellare
Preparazione

In una padella fate rosolare le cipolle tagliate finemente con un goccio d'olio. Aggiungete un cucchiaino di zucchero, salate e sfumate con l'aceto balsamico.
Fate tostare i pinoli e aggiungeteli alle cipolle. 
Aggiungete anche le olive e i mirtilli rossi disidratati tagliati grossolanamente. 
Mescolate e fate cuocere il tutto a fiamma bassa.
A fine cottura spegnete il fuoco e versate il ripieno sulla pasta sfoglia disponendolo omogeneamente. 
Arrotolatela su se stessa stando attenti a non far uscire il ripieno e chiudete bene i bordi. 
Bucherellate la superficie dello strudel con una forchetta, spennellate con il tuorlo d'uovo e cospargete con i semi di sesamo.
Fate cuocere in forno già caldo a 150°C per 30 minuti e poi lasciate raffreddare.
Non ve ne pentirete!! ;) 








domenica 14 febbraio 2016

Torta di mele con mandorle e grano saraceno


Cosa c'è di più buono del profumo di una torta di mele appena sfornata? 
Una fragranza così semplice, calda, avvolgente che riempie ogni angolo della casa e riscalda l'atmosfera.
La torta di mele, uno dei dolci più classici ed apprezzati, è anche la torta più amata in famiglia: mamma e papà ne sono ghiotti per esempio...ma non solo loro; questo dolce vanta numerosi fan qui! 
Ecco perché mi piace prepararla.  
Nella sua semplicità soddisfa sempre il palato di tutti e per questo le mele in casa non possono assolutamente mancare! ;p


Ma una delle cose più divertenti è anche reinventarsi le ricette, arricchire il ricettario con le moltissime varianti che questa torta permette di realizzare, sbizzarrirsi con la fantasia, i sapori e gli abbinamenti degli ingredienti e anche sperimentare le versioni internazionali.
Questa ricetta per esempio arriva dalla Svezia e mi è stata ispirata dal fantastico blog La tana del coniglio (anche se io ho apportato qualche leggera modifica alla versione originale).
E a proposito, mi sa che la mia prossima versione vedrà protagoniste le nocciole!
 La proviamo? :)


Ingredienti (per uno stampo con un diametro di circa 20 cm)
  • 125 g di burro 
  • 150 g di zucchero di canna
  • 2 uova
  • 50 g di farina di mandorle
  • 50 g di farina di grano saraceno
  • 110 g di farina 00
  • Un cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • Un pizzico di noce moscata
  • Un pizzico di sale
  • 2 mele
  • 40 g di mandorle a lamelle
  • 4 cucchiai di marmellata di albicocche
Preparazione 

In una ciotola lavorate il  burro ammorbidito con lo zucchero aiutandovi con delle fruste ( io ho usato anche le mani :p) fino a quando otterrete un composto piuttosto cremoso.
Aggiungete le uova, una per volta, e incorporatele alla perfezione continuando a lavorare il composto con delle fruste.
Aggiungete gradualmente le varie farine, il lievito per dolci, il sale e le spezie che avrete precedentemente setacciato insieme.
Mescolate bene il tutto fino a rendere l'impasto omogeneo, quindi aggiungete anche le mele lavate, sbucciate e tagliate a pezzetti.
Imburrate e infarinate la tortiera, versate l'impasto e cospargetelo con le mandorle a lamelle. 
Cuocete in forno già caldo a 180°C per 45 minuti coprendo la torta con un foglio di carta di alluminio per non fare annerire le mandorle.
Lasciate raffreddare e nel frattempo fate riscaldare la marmellata in un pentolino a fuoco lento. 
Versatela sulla torta di mele e spennellatene la superficie in modo omogeneo.
Questo procedimento oltre a rendere la torta ancora più appetitosa le dona anche una certa croccantezza  (perlomeno in superficie perché l'impasto è molto umido e sofficissimo).

La torta di mele è pronta!! Preparate il tè e abbondate con le porzioni! 😊






E con la semplice bontà di questa torta di mele auguro a tutti una felice festa di San Valentino....anche se credo che l'Amore, tutt'altro che semplice in realtà, dovrebbe essere festeggiato quotidianamente in ogni suo aspetto, con la semplice condivisione di ogni momento o emozione; nella gioia di ogni giorno, nella felicità di essere ed esserci l'uno per l'altra, sempre e nonostante tutto;
sempre pieni l'uno dell'altra ma mai sazi perché sempre desiderosi del ricevere il suo Amore e donargli la propria essenza. 
Auguri :)













domenica 7 febbraio 2016

Crocchette speziate di ceci e carote...diversamente impanate



Ieri sera ero alla ricerca di una ricetta sfiziosa ma salutare, salata (che è una cosa rara per Favole a Merenda, ma prometto che mi cimentero' nella preparazione di piatti gustosi che non orbitano nella sfera dei dolci 😛) semplice e veloce da realizzare e...esteticamente invitante!

Se le carote abbondano nel reparto verdura del frigorifero e una scatola di ceci si sporge dalla mensola della credenza rischiando pericolosamente di schiantarsi sul pavimento non appena tento di aprire l'anta, la combinazione è già data!
Ceci&Carote....in che forma?? Polpettine! 
E magari con l'aggiunta di un pizzico di paprika dolce e una copertura di semi di papavero e sesamo per dargli colore! 
Si, direi che il patto è già pronto e l'aroma sta già invadendo la cucina! :)


Ingredienti 
  • 2 carote lessate
  • 250 g di ceci in scatola (precotti)
  • 2 cucchiai abbondanti di ricotta vaccina
  • 4 cucchiai di pangrattato
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 2 cucchiai di sesamo
  • 1 cucchiaino di paprika dolce 
  • 4 cucchiai di grana grattugiato 
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Semi di papavero q.b.
  • Semi di sesamo q.b.
  • Prezzemolo tritato q.b.
  • Pangrattato q.b.
  • Olio evo q.b.
Preparazione

Lavate e sbucciate le carote, tagliatele a rondelle e lessatele.
Sciacquate e schiacciate i ceci aiutandovi con una forchetta o una minipiner e riponeteli in una ciotola.
Aggiungete anche le carote schiacciate e mescolate bene. Unite la ricotta, il pangrattato, il succo di limone, i due cucchiai di semi di sesamo, la paprika dolce, il sale, la noce moscata, il pepe, il prezzemolo e il grana grattugiato aggiustando di sale secondo ivostri gusti. 
Mescolate bene il tutto e formate delle palline (circa quindici) che passerete nel pangrattato.
Spennellate ogni crocchetta con un po' d'olio d'oliva, quindi rotolatene alcune nei semi di sesamo e altre in quelli di papavero  (io ho provato anche con la granella di mandorle).
Ponote le crocchette in una pirofila e cospargete con un filo di olio d'oliva.
Cuocete in forno già caldo a 180°C per 20 minuti rigirando le crocchette a metà cottura....e poi gnam!
E il giorno dopo sono ancora più buone!! 😍