mercoledì 18 febbraio 2015

Nutella Bianca


Modalità "voglio viziarmi" ON.
L'idea della Nutella bianca mi è venuta settimana scorsa mentre facevo colazione al bar "Le tre Gazzelle" in Corso Vittorio Emanuele prima di iniziare una giornata di letture e ricerche intensive per la tesi nella biblioteca dell'università.

Quella pasticceria fa delle brioche sublimi: ne ha di tutti i gusti! Brioche al cioccolato con marmellata ai lamponi, con la crema di mandorle o al pistacchio, bi-gusto panna&cioccolato, marmellate e creme varie, gianduia, miele e cereali....insomma ne hanno davvero di ogni tipo! E poi la brioche con crema alla nocciola...che io pensavo si trattasse della classica Nutella, invece no! Era proprio crema di nocciole e infatti era beige!
Alla fine andava crema da tutte le parti ma vi assicuro che la giornata in università dopo una partenza del genere non poteva che rivelarsi strepitosa! ;D

(Ringrazio per la ricetta Lulù di "Allacciate il grembiule")


Ingredienti
  • 100 g di cioccolato bianco
  • 100 g di nocciole tostate
  • 100 g di zucchero a velo
  • 100 g di burro
  • 1 bustina di vanillina
Preparazione

Fate fondere a bagno maria il cioccolato bianco spezzettato con il burro; tritate finemente le nocciole con lo zucchero a velo e la vanillina e aggiungete questo composto farinoso al cioccolato fuso. Continuate a mescolare gli ingredienti a fiamma bassissima per 10 minuti senza far bollire la crema. Quando questa sarà diventata densa e omogenea versatela nei barattoli precedentemente sterilizzati in acqua bollente, richiudeteli e capovolgeteli.
(La Nutella bianca si conserva chiusa a temperatura ambiente ma una volta aperta va tenuta in frigorifero. Tenderà ad indurirsi ma dopo qualche minuto a temperatura ambiente sarà perfetta per essere spalmata sul pane ;))



(E con questa versione white della Nutella saluto anche il "papà" della vera e inimitabile Nutella che ha fatto sognare generazioni di amanti del cioccolato e della crema gianduia dal 1964...addio Signor Michele Ferrero!)





Nessun commento:

Posta un commento